Tempo di lettura: 0 minuti

La prima cosa che salta all’occhio al mercato è sicuramente il colore. Il colore del cielo ancora incerto tra la luce e il buio quando al mattino presto si preparano i banchi; il colore blu degli occhi del signore al banco della frutta che ti accoglie col suo sorriso migliore; il colore rosso della mela che è meglio con qualche imperfezione ché a Biancaneve non era andata poi così bene; il colore del banco delle caramelle perché in fondo in fondo siamo sempre un po’ bambini; e poi il colore dei fiori perché un pensiero dolce non fa mai male. Quindi sì, il mercato ha ragione, ci serve un po’ di colore in ogni cosa che facciamo ché in bianco e nero sarebbe troppo noioso.