Tempo di lettura: 0 minuti

Basilica di Santa Maria della Salute, Venezia

Le chiese sono da sempre i monumenti simbolo di una città, luoghi di culto costruiti per riunire una comunità e parlare ad essa. La loro architettura doveva trasmettere il valore della fede, ma anche il potere religioso e in qualche modo intimorire il popolo davanti alla grandezza di Dio.

Ogni città italiana è punteggiata di chiese, alcune maestose altre più piccoline e intime. Tra le mie preferite c’è la Basilica di Santa Maria della Salute, uno dei monumenti simbolo della città di Venezia e testimonianza del barocco veneziano. Essa venne costruita come ex-voto alla Madonna per preservare la città dalla peste che la colpì nel 1630. Mi piace per la sua eleganza, la sua bellezza e il suo modo di dominare nel paesaggio veneziano.  Ogni volta che ci si passa vicino è impossibile non fermarsi a guardarla almeno per un po’. Inoltre, ogni anno il 21 novembre a Venezia si festeggia la Festa della Salute, forse la festa a cui i veneziani sono più attaccati, testimonianza di come le nostre radici e tradizioni, nonostante siano millenarie, continuino ad unire un popolo  

Basilica di Santa Maria della Salute, Venezia