Tempo di lettura: 1 minuti

Che i paladini della salvezza di Gaia fossero i più piccoli lo avevamo capito da tempo. Dalla prima volta in cui la ragazzina con le trecce bionde e l’impermeabile giallo ha deciso di sedersi davanti a scuola per garantire un futuro a se stessa e ai suoi compagni.

Che salvare il mondo fosse un lavoro pericoloso, anche quello si sapeva. Ce lo avevano insegnato nel peggiore dei modi i duecentododici attivisti ambientali che sono stati uccisi solo nel 2019.

Eppure, pensare che un bambino di undici anni possa essere minacciato di morte per la sua lotta al cambiamento climatico non è solo inaspettato, ma estremamente spaventoso.

Francisco Vera, un ragazzino colombiano che, ispirato da Greta Thunberg si è impegnato nella sensibilizzazione sulla crisi ambientale e climatica, lo scorso 16 gennaio ha ricevuto delle minacce di morte tra i commenti ad un suo video su Twitter.

Personalmente mi vergogno spesso di appartenere alla nostra specie, eppure in questo caso la mia vergogna è stata sovrastata dal risentimento. Le speranze di salvare Gaia diminuiscono ogni minuto che passa, ma la paura del cambiamento continua ad essere il sentimento più inflazionato.

Allora è più facile prendersela con Greta e le sue trecce, con Francisco e le sue idee troppo mature per la sua età, piuttosto che togliere le mani da quella tastiera che ci fa leoni e iniziare ad agire. Seriamente.

Ho smesso di indignarmi e basta. Vi ho promesso che quest’anno avremmo agito insieme e io sono una donna di parola, quindi eccovi i vostri compiti di Febbraio.

Aspirina per Gaia n°2: Riutilizza prima di riciclare. Ricorda che il trasporto e la lavorazione dei materiali per il riciclaggio in realtà contribuisce in modo intenso all’immissione di carbonio nell’ambiente.

Sfida del mese: Per cambiare il mondo non serve rischiare la vita. Abbiamo la fortuna di vivere in una società che ci permette di combattere liberamente per i nostri ideali. Rischieresti la vita per salvare il mondo? Inizia col vivere in modo sostenibile…

Come sempre, per commenti, consigli o domande scrivetemi in direct su Instragram federica_agro