Tempo di lettura: 0 minuti

Maggio 2018.

È una domenica di fine mese come un’altra, il caldo preannuncia l’arrivo di un’estate torrida e la tensione per gli imminenti esami universitari si fa pressante; l’unica soluzione plausibile è uscire di casa e godersi per qualche ora un po’ di sole.

Ti prepari, prendi i mezzi pubblici in direzione Porta Genova, e ti riversi assieme ad una fiumana persone sul Naviglio Grande, dove ogni ultima domenica del mese una serie di bancarelle poste lungo gli argini del Naviglio Grande espongono e vendono oggetti di ogni tipo, da più recenti ai più antichi.

E mentre passeggi realizzi che sono più che semplici oggetti di modernariato; sono frammenti di storia, custodi di ricordi di famiglia e che come tali devono essere trattati, non come semplice beni di lusso da comprare, ma come testimonianza di un passato che va ricordato con cura, per non dimenticare chi c’è stato e per non scordare da dove proveniamo.