Tempo di lettura: 1 minuti

Gaia è colei che ci ha regalato il concetto di Bellezza. Con i suoi fiori, i suoi tramonti, con le notti stellate accompagnate dalla sorella Luna. I suoi profumi, il verde, il blu in tutte le sue sfumature, nel cielo e nel mare. Con i suoi frutti, con il fuoco, con il vento e la pioggia. Con il rosso dell’autunno, il bianco dell’inverno, e poi i mille colori della primavera che si trasformano in oro con il calore dell’estate.

Gaia è la nostra casa, il nostro sostentamento, la protettrice del nostro passato, la garante del nostro futuro. Ci ha ospitati, donandoci tutto, non chiedendo mai niente in cambio e noi, da incuranti invitati, dopo qualche miliardo di giorni, siamo diventati scomodi.

Oggi è il giorno in cui il nostro prendere senza dare ha deciso di mostrare i suoi effetti. Non è la Terra a mostrarci il conto, purtroppo. Lei, nostra affettuosa madre, ne sta pagando le conseguenze insieme a noi.

C’è ancora chi finge che il cambiamento climatico sia un opinione: qui non siamo di questa idea. Noi siamo per la scienza e le sue evidenze, per l’educazione riguardo le sue conseguenze, per la speranza rispetto alla possibilità di migliorarci.

Questa rubrica è un impegno per il singolo. Rappresenta quel piccolo atto di restituzione che ognuno di noi dovrebbe sentirsi obbligato a fare. Perché un gesto incauto alla volta ci ha trascinati così vicini al punto di non ritorno, e solo un atto consapevole alla volta può allontanarcene.

Gaia parlerà delle condizioni della Nostra casa, dei suoi bisogni, del tempo che le rimane, e parlerà di ognuno di noi, del Nostro ruolo nella sua distruzione e nella sua salvezza.

Ogni mese Gaia darà una notizia buona ed una cattiva, e dopo che avremo gioito e ci saremo rattristati, lancerà una sfida: un proposito per migliorare la nostra condizione di ospiti, per alleggerire un po’ il nostro peso sulla sua schiena (e sulla nostra coscienza).

E voi siete pronti a salvare il mondo?