Tempo di lettura: 1 minuti

Sento i rumori ovattati, ma comunque abbastanza definiti. La luce entra dal finestrino di una vecchia macchina, una Croma, fuori l’autostrada del sole. Mia mamma è nel sedile davanti, accanto a mio padre che guida. È sdraiata, con i piedi poggiati sul cruscotto. Avranno poco più di trent’anni. A tutto volume nell’impianto della macchina c’è Mango che canta, accompagnato dai miei che riempiono l’aria di parole cantate. Il cd è consumato da quanto l’hanno ascoltato.

Ho vissuto la scena pur non vedendola, l’ho vissuta da dentro il pancione di mia madre e l’ho rivissuta nei ricordi e nei racconti. La musica di Mango è una parte fondamentale della mia vita e penso che questo sia il più grande complimento che si possa fare ad un cantante, ad un musicista, ad un artista. Sì, perché per quanto possiamo metterci a dibattere meccanicamente di tecnicismi musicali (se lo facessimo, dovremmo comunque ammettere che stiamo parlando di una delle migliori voci italiane maschili di tutti i tempi e di un precursore di un linguaggio nuovo, contemporaneo), le emozioni non rispondono alla ragione, non sono governate dal rigore.

Nuovamente dunque, l’artista è colui che con un linguaggio differente ci permette di ritrovare punti di appiglio e al tempo stesso ci scaraventa nel vuoto. Mango è in tal senso, l’artista per eccellenza, capace di melodie intense, non convenzionali, che poggiano su linee armoniche Mediterranee.

Mediterraneo appunto, che come detto sempre, è utopia che sconfina nel sogno, immagine mentale, prima ancora che spazio fisico dai confini delineati. Mediterraneo che torna nelle sue parole, in una vocalità che anticipa di anni quella che alcuni attempati poltroni di Sanremo avrebbero scoperto sorpresi solo in anni recenti. Mediterraneo da cui proveniva, da Lagonegro, dalla provincia di Potenza.

Il 6 novembre, qualche giorno fa avresti compiuto 67 anni e invece, oramai 7 anni fa te ne sei andato, mentre facevi quello che hai sempre amato, trasmettere un pò di te al pubblico.

Grazie Pino e tanti auguri!